Online workshop – Registrazioni video ora a disposizione

Nell'ambito del progetto TRANS-ALP, EURAC Research, con il supporto di EPC srl e ARPAV, ha organizzato il workshop online " Risk Governance of Severe Wheather Under Climate Change" con l'obiettivo di sensibilizzare e promuovere la discussione sul rischio derivante da gravi eventi idro-meteo nel contesto dei cambiamenti climatici. È stata l'occasione per evidenziare e analizzare potenziali somiglianze tra disastri passati e recenti, come Vaia, inondazioni dell'Europa centrale e altri, come esempi su quello che potrebbe accadere in futuro, prendendo in considerazione i dati e le stime più recenti sul cambiamento climatico.

Il workshop si è svolto online in due sessioni, con l'intervento di relatori di alto livello, e una discussione guidata.

L'evento, parte dell'iniziativa All4 Climate Italy,  era rivolto a ricercatori, professionisti e responsabili politici nei settori della previsione, prevenzione, gestione, valutazione dei rischi e dei disastri, ma anche alle autorità locali, agli operatori della protezione civile, ai ricercatori sui cambiamenti climatici e al pubblico in generale.

 

Le registrazioni del Workshop sono disponibili qui: 30-September-2021 OnLine event – Trans Alp (project-transalp.eu)


A causa delle temperature sempre più alte, in Alto Adige sta aumentando anche l'intensità dei fenomeni metereologici

Questo trend è destinato a continuare, con una previsione di innalzamento delle temperature da 1°C a 4°C entro la fine del secolo come spiegato da Dieter Peterlin meteorologo della Provincia autonoma di Bolzano. Quest’ultima previsione è la più catastrofica poiché lo sviluppo di temporali dipende da diversi fattori, come l’umidità dell’aria o il vento e un innalzamento delle temperature di tale portata presuppone un aumento di energia nell’atmosfera e il conseguente sviluppo di violenti temporali nelle zone dell’arco alpino.

Il progetto Trans-Alp tra i suoi obiettivi, cerca di monitorare tutti questi parametri per fornire strumenti pratici e metodologie per la previsione dell'impatto transfrontaliero e la valutazione del rischio alle autorità e alle parti interessate, così da poter prevenire i danni che questi eventi metereologici violenti potrebbero infliggere ai sistemi ambientali e socioeconomici nella regione alpina.

Condividiamo l'interessante intervista al meteorologo della Provincia autonoma di Bolzano Dieter Peterlin: CLICCA QUI